18 Maggio 2022

PNRR: avvisi per musei e luoghi della cultura pubblici e privati senza barriere

Attiva la procedura telematica per la presentazione di proposte progettuali di intervento per la rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e dei luoghi della cultura pubblici (purché non appartenenti al Ministero della Cultura) e privati a valere sulle risorse del PNRR. C’è tempo fino al 12 agosto 2022 per l’invio delle proposte progettuali.

Beneficiari privati

Ammonta a 7.460.000 euro la dotazione finanziaria dell’avviso pubblico destinato ai privati, che vede tra i soggetti attuatori istituti e luoghi di cultura, tra cui musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici dotati di personalità giuridica, nonché gestori degli stessi autorizzati a svolgere l’intervento.

Gli interventi su opere murarie materiali o immateriali, dovranno favorire e migliorare le condizioni di accessibilità fisica, sensoriale, cognitiva e generare un impatto sulla promozione e lo sviluppo culturale, scientifico, ambientale, educativo, economico e sociale del sito.

Tra questi, sono inclusi interventi per:

  1. Accessibilità dall’esterno - Implementazione sito web
  2. Raggiungibilità e accesso ai percorsi e ai diversi servizi
  3. Percorsi orizzontali e verticali
  4. Percorsi museali
  5. Formazione specifica del personale
  6. Sicurezza ed emergenza
  7. Valorizzazione

Ammesse le spese per autorizzazioni, progettazione, esecuzione e direzione lavori, allacciamenti, sondaggi e accertamenti tecnici, impianti, beni strumentali e macchinari per accrescere la sicurezza e la fruibilità di soggetti disabili, piattaforme e ausili digitali alla visita, attività didattiche e culturali, eventi, allestimenti, forniture, studi, consulenze per accrescere l’accessibilità cognitiva e la comprensione dei contenuti.

Il contributo a fondo perduto riconosciuto è pari al 100% delle spese ammesse per un importo massimo di 200mila euro a progetto.

Beneficiari pubblici

Destinatari del secondo avviso per soggetti pubblici sono istituti e luoghi della cultura, quali musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, i complessi monumentali, le fondazioni che gestiscono beni culturali di proprietà pubblica, i consorzi che gestiscono beni culturali di proprietà pubblica e le istituzioni e aziende speciali.
Possono presentare domanda anche i gestori dei beni.

L'avviso ha una dotazione di 123.214.700 euro, ripartita nelle seguenti fasce:

  • fascia A: importo complessivo euro 20.000.000,00, con una soglia minima di oltre euro 500.000,00 e un tetto massimo di euro 2.500.000,00 per singolo progetto, per un minimo di n. 8 interventi;
    • fascia B: importo complessivo euro 103.214.700,00, con un tetto massimo fino a euro 500.000,00 per singolo progetto, per un minimo di n. 200 interventi.

Per informazioni e assistenza nella partecipazione all’avviso pubblico, contatta un esperto di PJ Consulting

 

 

 

 

apartmentlicenserocketcrossmenucross-circle