8 Gennaio 2024

Programma Justice (JUST) - Sovvenzioni d'azione per promuovere la cooperazione giudiziaria in materia civile e penale

Contributo

.

Data Scadenza

.

Justice JUST 2024

I finanziamenti previsti da questo bando sosterranno progetti nazionali e transnazionali che promuovono la cooperazione giudiziaria in materia civile e penale e promuovere lo Stato di diritto, l'indipendenza e l'imparzialità della magistratura, anche sostenendo gli sforzi per migliorare l'efficacia dei sistemi giudiziari nazionali e l'effettiva esecuzione delle decisioni.

Sebbene siano in vigore diversi strumenti dell'UE che forniscono un quadro giuridico per la cooperazione giudiziaria tra gli Stati membri, i progetti finanziati dal bilancio dell'UE possono migliorarne l'applicazione, identificare le problematiche, facilitare i contatti e in generale migliorare la cooperazione tra le parti interessate.

Interventi ammissibili

Per l’anno 2024 vi sono 4 priorità:

  • Priorità 1 - Cooperazione giudiziaria in materia civile: l'obiettivo è promuovere la cooperazione giudiziaria in materia civile e contribuire all'applicazione efficace e coerente e all'esecuzione degli strumenti dell'UE per creare un autentico spazio europeo di giustizia in materia civile e commerciale e nel campo del diritto di famiglia;
  • Priorità 2 - Cooperazione giudiziaria in materia penale: lo scopo della priorità è promuovere la cooperazione giudiziaria in materia penale e contribuire all'applicazione efficace e coerente degli strumenti di riconoscimento reciproco dell'UE in materia penale;
  • Priorità 3 - Supporto agli Stati Membri per l'istituzione e il rafforzamento di reti nazionali attive nel settore della cooperazione giudiziaria in materia civile e penale: l'obiettivo principale è contribuire all'applicazione efficace e coerente dell'acquis dell'UE relativo alla cooperazione giudiziaria in materia civile, commerciale e penale;
  • Priorità 4 - Supporto agli Stati Membri per il collegamento e lo scambio dei loro dati biometrici con il sistema centrale ECRIS-TCN: l'obiettivo principale di questa priorità è sostenere progetti nazionali che implementino le modifiche ai sistemi IT nazionali, permettendo il collegamento e lo scambio appropriato di impronte digitali e immagini del viso con il sistema centrale ECRIS-TCN

La call coprirà le seguenti attività:

  • facilitare la cooperazione tra autorità e agenzie competenti, praticanti legali e/o fornitori di servizi (inclusi reti multidisciplinari a livello internazionale, nazionale, regionale o locale);
  • apprendimento reciproco, identificazione e scambio di migliori pratiche, sviluppo di metodi di lavoro che possono essere trasferiti ad altri paesi partecipanti;
  • attività analitiche, inclusa la raccolta di dati, statistiche, sondaggi, ricerche, ecc.;
  • scambio e fornitura di informazioni e sviluppo di strumenti informativi;
  • costruzione di capacità per i professionisti;
  • attività di diffusione e sensibilizzazione;
  • le attività di formazione possono anche essere finanziate in base a questo bando, purché siano di natura ausiliaria e non lo scopo principale del progetto.

Per la priorità 4, le attività del progetto includono in linea di principio lavori analitici, concettuali, di progettazione ed elaborazione, sviluppo di software IT, assicurazione della qualità e misure ausiliarie correlate necessarie per l'istituzione di nuovi sistemi IT, così come l'espansione e l'adattamento di soluzioni nazionali esistenti per affrontare gli obiettivi della priorità 4.

Sebbene siano elencate diverse misure e iniziative, non è richiesto di includerle tutte in un singolo progetto. I progetti con un forte focus sono molto apprezzati.

Durata dei progetti: tra 12 e 24 mesi

Beneficiari

Sono ammissibili a presentare proposte gli enti, pubblici o privati, dotati di personalità giuridica che siano stabiliti nei seguenti Paesi:

  • Stati Membri dell'UE (inclusi i paesi e territori d'oltremare (PTU), esclusa la Danimarca)
  • Paesi non UE: Paesi associati al Programma Giustizia o Paesi che sono in negoziazioni in corso per un accordo di associazione e dove l'accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei paesi partecipanti)

Condizioni aggiuntive

Per le priorità 1 e 2:

  • le organizzazioni for profit devono presentare domande in partenariato con enti pubblici o organizzazioni private non profit;
  • i progetti devono essere transnazionali e coinvolgere organizzazioni di almeno due paesi partecipanti;
  • le domande devono coinvolgere almeno 2 enti (beneficiari, non entità affiliate) da 2 diversi paesi ammissibili e il partenariato deve includere almeno un ente pubblico, un'organizzazione privata senza scopo di lucro o un'organizzazione internazionale come beneficiario.

Per la priorità 3:

  • nell'ambito delle questioni civili e commerciali, la domanda deve essere presentata dai membri ufficialmente nominati della Rete Giudiziaria Europea (EJN) in materia civile e commerciale, o dalle autorità nazionali, tribunali e associazioni professionali che rappresentano i membri ufficialmente nominati della Rete Giudiziaria Europea in materia civile e commerciale;
  • nell'ambito delle questioni penali, la domanda deve essere presentata dalle autorità nazionali, dai tribunali, dai servizi di procura e dalle associazioni professionali che li rappresentano;
  • sarà accettata solo una domanda per paese partecipante. I progetti non necessitano di avere un aspetto transnazionale.

Per la priorità 4:

  • i candidati devono essere le autorità nazionali responsabili per i sistemi di collegamento delle banche dati dei casellari giudiziali nazionali, così come delle banche dati delle impronte digitali, al sistema centrale ECRIS-TCN;
  • sarà accettata solo una domanda per paese partecipante. I progetti non necessitano di avere un aspetto transnazionale.

Le organizzazioni internazionali sono ammissibili sotto le priorità 1 e 2. Le regole sui paesi ammissibili non si applicano ad esse.

Budget

Dotazione finanziaria complessiva: 5.800.000 Euro

Per la priorità 1 (questioni civili) e la priorità 4 (ECRIS): il contributo UE richiesto non può essere inferiore a 75.000 Euro. Non c'è limite massimo.

Per la priorità 2 (questioni penali) e la priorità 3 (EJN civile e penale): i budget dei progetti devono variare tra 75.000 Euro e 350.000 Euro per progetto.

Il contributo sarà un contributo forfettario. L'importo sarà fissato dall'autorità di concessione sulla base del budget di progetto stimato e un tasso di finanziamento del 90%.

Come possiamo aiutarti?

1

CERCHIAMO

TI affianchiamo nella ricerca di strumenti finanziari adeguati ai tuoi programmi di sviluppo e investimento.

2

CURIAMO

Curiamo progettazione e presentazione delle domande di finanziamento, per assicurarci il migliore accesso possibile, alle linee di finanza agevolata.

3

COMPLETIAMO

Ci occupiamo di tutte le fasi di gestione, rendicontazione e monitoraggio finale dei contributi ottenuti, garantendo un servizio completo e personalizzato.

Contatta un Consulente

Contata uno dei nostri professionisti e scopri come possiamo assistere la tua Azienda.
Contattaci
apartmentlicenserocketcrossmenucross-circle