30 Novembre 2023

Programma Cittadinanza, Uguaglianza, Diritti e Valori (CERV) - Bando di sostegno a progetti per promuovere la parità di genere 2024

Contributo

.

Data Scadenza

.

sostegno a progetti per promuovere la parità di genere 2024

Il bando ha l’obiettivo di sostenere, far progredire e attuare politiche globali per promuovere il pieno godimento dei diritti delle donne, l'uguaglianza di genere, compreso l'equilibrio tra lavoro e vita privata, la parità di retribuzione tra donne e uomini, l'emancipazione femminile e l'integrazione della dimensione di genere, in linea con la Gender Equality Strategy 2020-2025 e la European Care Strategy, oltre che con tutte le altre politiche UE in materia.

Interventi ammissibili

I progetti devono rientrare tra le seguenti due priorità:

Priorità 1 - Affrontare le cause profonde del divario di genere nell'assistenza promuovendo un approccio trasformativo e sfidando gli stereotipi di genere

L'obiettivo di questa priorità è sostenere:

  • la promozione di pratiche favorevoli alla famiglia nelle aziende, incoraggiando l'acquisizione dei nuovi diritti previsti dalla direttiva sulla conciliazione vita-lavoro da parte di donne e uomini;
  • la prevenzione e la protezione contro qualsiasi forma di trattamento sfavorevole e di discriminazione delle donne durante e dopo la gravidanza, nonché delle donne e degli uomini che hanno preso un congedo familiare;
  • sensibilizzazione sul valore del lavoro di cura, riflettendo sulla valutazione delle competenze necessarie per il lavoro di cura;
  • Sfidare gli stereotipi di genere che perpetuano la tradizionale divisione del lavoro.

Attività ammissibili:

  • Progettazione di nuovi approcci per incoraggiare un modello a doppio reddito e doppia assistenza e per affrontare gli stereotipi di genere;
  • Sviluppo delle capacità e formazione, anche dei responsabili delle risorse umane, dei rappresentanti delle autorità pubbliche, delle parti sociali e di altri soggetti interessati, comprese le organizzazioni della società civile;
  • Apprendimento reciproco, scambio di buone pratiche, cooperazione tra i diversi attori;
  • Diffusione delle informazioni e sensibilizzazione, anche attraverso i social media o campagne di stampa.

Priorità 2 - Sostenere l'attuazione delle disposizioni della Direttiva sulla trasparenza delle retribuzioni

L'obiettivo di questa priorità è sostenere le autorità degli Stati membri responsabili dell'attuazione delle disposizioni della Direttiva sulla trasparenza retributiva nell'elaborazione di orientamenti e/o strumenti nazionali per sistemi di valutazione e classificazione delle mansioni sensibili al genere e nella sensibilizzazione dei datori di lavoro e dei rappresentanti dei lavoratori nei rispettivi paesi.

Attività ammissibili:

  • Sviluppo di linee guida, strumenti e liste di controllo per la valutazione e il confronto della parità di retribuzione per lo stesso lavoro o per un lavoro di pari valore all'interno dello stesso datore di lavoro, compresa l'implementazione di sistemi di valutazione e classificazione del lavoro neutrali dal punto di vista del genere;
  • Sviluppo e svolgimento di programmi di formazione per costruire la capacità dei datori di lavoro e delle parti sociali di valutare la parità di retribuzione per lo stesso lavoro o per un lavoro di pari valore e di implementare sistemi di valutazione e classificazione del lavoro neutri dal punto di vista del genere;
  • Promozione di sistemi di valutazione e classificazione del lavoro neutrali dal punto di vista del genere;
  • Monitoraggio dell'attuazione del concetto di lavoro di pari valore attraverso la valutazione dei sistemi di valutazione del lavoro e degli schemi di classificazione salariale esistenti da parte dei datori di lavoro e di quelli utilizzati dalle parti sociali e raccomandazione di modifiche, se necessario, per conformarsi al principio della parità di retribuzione e ai criteri di neutralità di genere.

I progetti possono essere nazionali o transnazionali. I progetti transnazionali sono particolarmente incoraggiati.

I progetti devono normalmente avere una durata compresa tra i 12 e i 24 mesi.

Beneficiari

I candidati, per poter essere ammissibili nell’ambito della Priorità 1, devono rispettare i seguenti requisiti:

  • essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)
  • essere organizzazioni internazionali o avere sede in uno dei Paesi ammissibili:
    • Stati membri dell'UE (compresi i Paesi e territori d'oltremare (PTOM))
    • paesi associati al Programma CERV o paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l'accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei paesi partecipanti)
  • le organizzazioni a scopo di lucro possono candidarsi solo in partenariato con enti pubblici o organizzazioni private senza scopo di lucro;
  • la domanda deve coinvolgere almeno due richiedenti (il richiedente principale e almeno un co-richiedente che non sia un'entità affiliata o un partner associato).

Sono invitati a presentare progetti: i governi degli Stati membri, le autorità locali e regionali e le loro associazioni, le parti sociali (rappresentanti dei lavoratori o delle imprese), gli ispettorati del lavoro, gli organismi per la parità, le organizzazioni della società civile, in particolare quelle per i diritti delle donne, e altre parti interessate.

I candidati, per poter essere ammissibili nell’ambito della Priorità 2, devono rispettare i seguenti requisiti:

  • i candidati capofila devono essere autorità nazionali dell'UE responsabili dell'attuazione delle disposizioni della direttiva sulla trasparenza delle retribuzioni (ad esempio, il ministero competente o l'agenzia nazionale); sarà accettata una sola domanda per Stato membro;
  • gli eventuali co-richiedenti devono essere organizzazioni internazionali o enti pubblici o organizzazioni private, formalmente stabiliti in uno dei Paesi ammissibili:
    • Stati membri dell'UE (compresi i Paesi e territori d'oltremare (PTOM))
    • paesi associati al Programma CERV o paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l'accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei paesi partecipanti);
  • la domanda può coinvolgere una o più organizzazioni.

Budget

La dotazione finanziaria complessiva è pari a 10.100.000 Euro, di cui:

  • 4.000.000 Euro per la Priorità 1
  • 6.100.000 Euro per la Priorità 2

Contributo minimo: 100.000 Euro

La sovvenzione sarà di tipo forfettario e rimborserà un importo fisso, basato su una somma forfettaria o su un finanziamento non legato ai costi. L'importo sarà fissato dall'autorità concedente sulla base del budget stimato del progetto e di un tasso di finanziamento del 90%.

Come possiamo aiutarti?

1

CERCHIAMO

TI affianchiamo nella ricerca di strumenti finanziari adeguati ai tuoi programmi di sviluppo e investimento.

2

CURIAMO

Curiamo progettazione e presentazione delle domande di finanziamento, per assicurarci il migliore accesso possibile, alle linee di finanza agevolata.

3

COMPLETIAMO

Ci occupiamo di tutte le fasi di gestione, rendicontazione e monitoraggio finale dei contributi ottenuti, garantendo un servizio completo e personalizzato.

Contatta un Consulente

Contata uno dei nostri professionisti e scopri come possiamo assistere la tua Azienda.
Contattaci
apartmentlicenserocketcrossmenucross-circle