1 Dicembre 2023

ERA4Health – Call NANOTECMEC: Nano e tecnologie avanzate per la prevenzione, la diagnostica e la terapia delle malattie

Contributo

.

Data Inizio

.

Data Scadenza

.

ERA4Health – Call NANOTECMEC

Il partenariato "Fostering a European Research Area for Health" (ERA4Health) mira a stabilire un coordinamento flessibile ed efficace tra le organizzazioni di finanziamento dello Spazio europeo della ricerca (SER) per la salute e il benessere. L'obiettivo generale di ERA4Health è raggiungere un approccio congiunto efficace e generare conoscenze e prodotti (ad esempio linee guida di prevenzione, protocolli medici) nelle aree di ricerca identificate, come indicato nell'Agenda strategica di ricerca e innovazione (SRIA) di ERA4health.

Gli obiettivi del bando sono:

  • sostenere progetti di ricerca traslazionale che combinino approcci innovativi nel campo della nanomedicina;
  • incoraggiare e consentire la collaborazione transnazionale tra la ricerca accademica e la ricerca clinica/di sanità pubblica o le attività di R&S di imprese industriali.

Interventi ammissibili

Le proposte di progetto riguarderanno la ricerca multidisciplinare e traslazionale. Le candidature devono riguardare almeno una delle seguenti aree della nanomedicina, di pari rilevanza:

  1. Medicina rigenerativa
  2. Diagnostica
  3. Nanoterapia

I progetti devono rientrare in una delle seguenti categorie:

  • Progetti di ricerca applicata all'innovazione: progetti di proof of concept per applicazioni innovative con ricerca analitica/sperimentale e/o implementazione e integrazione di componenti e test in laboratorio e/o su modelli animali. I risultati sperimentali e/o analitici (per il TRL 3) e/o i dimostratori (per il TRL 4) dovranno poter arrivare a una futura applicazione a medio/lungo termine.
  • Progetti con alto potenziale di applicabilità a breve/medio termine: progetti più vicini al mercato per la convalida di dimostratori e prototipi in un laboratorio realistico (per TRL 5) e/o in un ambiente operativo simulato sul campo (per TRL-6). I sistemi e i risultati convalidati dovranno poter diventare prodotti reali. Il coinvolgimento dell'industria è fondamentale.

Le proposte possono includere: l'identificazione, la caratterizzazione e la convalida di biomarcatori, la diagnosi precoce, la convergenza tra nanotecnologie e tecnologia delle cellule staminali, la biologia cellulare applicata alla nanomedicina, gli agenti o le tecniche di imaging multimodale, la diagnostica point of care (sensori in loco), le procedure standardizzate per la preparazione e la caratterizzazione dei sistemi di somministrazione dei farmaci, i processi di produzione ecologici per i prodotti nanomedici, le nanoparticelle per l'ipertermia, le terapie rigenerative, geniche o cellulari che utilizzano le nanotecnologie. Gli studi preclinici e clinici sono ammissibili in base alle normative nazionali/regionali.

La durata iniziale dei progetti è di 36 mesi.

Beneficiari

Le proposte di ricerca congiunte possono essere presentate da candidati appartenenti a una delle seguenti categorie:

  1. Accademia - gruppi di ricerca che lavorano in università, altri istituti di istruzione superiore o istituti di ricerca.
  2. Settore clinico/sanitario pubblico - équipe di ricerca che lavorano in ospedali/sanità pubblica e/o in altri contesti sanitari e organizzazioni sanitarie.
  3. Imprese - aziende private di tutte le dimensioni.
  4. Stakeholder operativi - ad esempio organizzazioni di difesa dei pazienti, comuni e amministrazioni locali, ONG locali/nazionali.

Ogni candidatura deve includere partner di almeno due delle tre categorie A, B e C.

Saranno finanziati solo progetti transnazionali. Per la composizione dei consorzi si applicano le seguenti condizioni:

  • Un minimo di tre partner ammissibili e un massimo di cinque partner ammissibili provenienti da almeno tre Paesi diversi che partecipano all'invito (Cfr. pag. 8 del bando).
  • Il numero massimo di partner ammissibili può essere aumentato fino a sei o sette se includono uno o due partner, rispettivamente, dei seguenti Paesi partecipanti: Lettonia, Lituania, Slovacchia, Turchia.
  • All'interno di un consorzio non saranno accettati più di due partner ammissibili dello stesso Paese che partecipano al bando.
  • Massimo due collaboratori per consorzio.

Ogni ricercatore principale può presentare 1 proposta come coordinatore del progetto o fino a 2 proposte come partner semplice.

Condizioni specifiche per l’Italia

  • Ministero della Salute: possono presentare domanda solo i ricercatori degli IRCCS (Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico). Non sono finanziabili Università, altri Istituti di ricerca, aziende.
  • MUR: possono presentare domanda imprese, comprese le fondazioni e gli enti non economici, università, istituti di ricerca, organizzazioni di ricerca, organizzazioni di difesa dei pazienti, amministrazioni locali e regionali

Budget

Dotazione finanziaria Italia:

  • Ministero della Salute: 1.500.000 Euro
  • Ministero dell’Università e della Ricerca: 1.000.000 Euro

Contributo massimo:

  • Ministero della Salute: 400.000 Euro
  • Ministero dell’Università e della Ricerca: 250.000 Euro

Come possiamo aiutarti?

1

CERCHIAMO

TI affianchiamo nella ricerca di strumenti finanziari adeguati ai tuoi programmi di sviluppo e investimento.

2

CURIAMO

Curiamo progettazione e presentazione delle domande di finanziamento, per assicurarci il migliore accesso possibile, alle linee di finanza agevolata.

3

COMPLETIAMO

Ci occupiamo di tutte le fasi di gestione, rendicontazione e monitoraggio finale dei contributi ottenuti, garantendo un servizio completo e personalizzato.

Contatta un Consulente

Contata uno dei nostri professionisti e scopri come possiamo assistere la tua Azienda.
Contattaci
apartmentlicenserocketcrossmenucross-circle