30 Novembre 2023

CERV - Sostegno a progetti per prevenire e combattere la violenza di genere e la violenza contro i bambini 2024

Contributo

.

Data Scadenza

.

Sostegno a progetti per prevenire e combattere la violenza di genere e la violenza contro i bambini 2024

Obiettivo del bando è combattere la violenza, compresa la violenza di genere e la violenza contro i bambini, attraverso le seguenti azioni:

  • Prevenire e combattere a tutti i livelli tutte le forme di violenza di genere contro le donne e le ragazze in tutta la loro diversità e la violenza domestica, anche promuovendo gli standard stabiliti nella Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica;
  • Prevenire e combattere tutte le forme di violenza contro i bambini, i giovani e altri gruppi a rischio, come le persone LGBTQI+ e le persone con disabilità;
  • Sostenere e proteggere tutte le vittime dirette e indirette delle forme di violenza di cui ai punti precedenti, come le vittime di violenza domestica perpetrata all'interno della famiglia o delle relazioni intime, compresi i bambini orfani a causa di crimini domestici, e sostenere e garantire lo stesso livello di protezione in tutta l'Unione per le vittime di violenza di genere.

Con questo bando, suddiviso in 4 priorità, si punta a finanziare progetti che:

  • integrino la prevenzione delle varie forme di violenza di genere contro le donne in diversi contesti, con un approccio sistemico (priorità 1, "progetti su larga scala")
  • proteggano e sostengano le vittime e i sopravvissuti alla violenza di genere, compresi i bambini, attraverso azioni mirate (priorità 2)
  • prevengano la violenza di genere, nella sfera domestica, nelle relazioni intime e online, anche attraverso azioni mirate con gli autori dei reati (priorità 3)
  • facciano funzionare nella pratica i sistemi integrati di protezione dell'infanzia (priorità 4).

Interventi ammissibili

Priorità 1 - Azioni transnazionali su larga scala e a lungo termine per affrontare la violenza di genere: in linea con la Strategia per l'uguaglianza di genere, questa priorità mira a sostenere lo sviluppo di azioni integrate su larga scala per combattere la violenza di genere e ottenere cambiamenti strutturali e a lungo termine con un'ampia copertura geografica;

Priorità 2 - Azioni mirate per la protezione e il sostegno delle vittime e dei sopravvissuti alla violenza di genere: questa priorità mira a proteggere e sostenere le vittime della violenza di genere, compresi i bambini. Gli sforzi si concentreranno sui gruppi particolarmente vulnerabili alla violenza (migranti, individui LGBTIQ, minoranze razziali o etniche, donne e bambini con disabilità, donne incinte, donne in detenzione, ecc. Le strategie comprendono: la lotta alla “sottodenuncia”, il sostegno specifico alle vittime di violenza sessuale e sfruttamento, il rafforzamento della cooperazione multidisciplinare tra professionisti (ispirandosi a modelli come le Case dei bambini o i Centri di giustizia familiare), il rafforzamento dei riferimenti tra enti nazionali come le forze dell'ordine e i servizi sanitari e il sostegno alle linee di assistenza nazionali per le vittime di violenza contro le donne, compresa l'istituzione di queste linee di assistenza laddove non esistano ancora.

Priorità 3 - Azioni mirate per la prevenzione della violenza di genere, nella sfera domestica, nelle relazioni di intimità e online, anche attraverso azioni mirate con gli autori di violenza: nell'ambito di questa priorità, la violenza di genere sarà prevenuta attraverso azioni quali:

  • Sviluppare strumenti sensibili al genere per prevenire la violenza domestica, compreso il riconoscimento dei primi segnali di violenza, come il controllo coercitivo e la violenza psicologica;
  • Creare misure sensibili al genere per prevenire la violenza nelle relazioni di intimità;
  • Attuare strategie per prevenire la violenza informatica di genere, che comprendono il miglioramento dell'alfabetizzazione mediatica, narrazioni positive sull'uguaglianza di genere, ecc.
  • Offrire programmi per autori di reato per prevenire la recidiva, incentrati sulle vittime.

Priorità 4 - Azioni mirate per far funzionare nella pratica i sistemi integrati di protezione dell'infanzia: l'obiettivo generale di questa priorità è contribuire a cambiamenti sistemici per la prevenzione, la protezione e il sostegno ai bambini in caso di violenza attraverso sistemi integrati di protezione dell'infanzia, quali la cooperazione multidisciplinare tra le autorità competenti transfrontaliere/nazionali/regionali/locali e l'istruzione, la protezione dell'infanzia, le autorità giudiziarie, il supporto psicosociale e i servizi sociali, gli operatori sanitari, i professionisti dell'assistenza e gli educatori, tra gli altri, che rispondono ai bisogni dei bambini.

Le attività ammissibili comprendono:

  • Sviluppo di strumenti che aiutino a riconoscere e ad affrontare i primi segnali di violenza domestica e di violenza contro i bambini;
  • Sensibilizzazione, comprese campagne sui social media o sulla stampa, attività di sensibilizzazione e di empowerment, comprese attività di comunicazione e diffusione di informazioni;
  • Sviluppo di capacità e formazione per i professionisti e le parti interessate, in particolare programmi di formazione dei formatori, attività di formazione delle autorità nazionali, regionali e locali;
  • Progettazione e attuazione di strategie, protocolli, sviluppo di metodi e strumenti di lavoro trasferibili, piattaforme e gruppi di coordinamento;
  • Progettazione di servizi e misure che migliorino l'accesso ai servizi di assistenza alle vittime;
  • Identificazione e scambio di buone pratiche, cooperazione, apprendimento reciproco, sviluppo di metodi di lavoro e di apprendimento, compresi programmi di tutoraggio trasferibili;
  • Sviluppo di linee guida e manuali per i servizi di assistenza specializzati (ad esempio, sul posto di lavoro, nelle scuole, ecc.);
  • Sviluppo di servizi di assistenza per le vittime. attività analitiche, come la raccolta di dati e la ricerca, la creazione e l'implementazione di strumenti o banche dati/strategie e sistemi di raccolta dati.

L'invito riconosce la necessità che le proposte affrontino in egual misura le specificità della situazione di donne e uomini, ragazze e ragazzi, in tutta la loro diversità. A tal fine, si consiglia ai candidati di incorporare nelle loro proposte una prospettiva intersezionale che non solo riconosca le differenze di genere e di età come rilevanti, ma presti anche la dovuta attenzione ad altri attributi come lo stato di disabilità, il credo religioso, l'origine etnica e l'orientamento sessuale.

Durata

  • Per la Priorità 1 i progetti dovrebbero di norma avere una durata compresa tra 24 e 36 mesi;
  • Per le priorità da 2, 3 e 4 i progetti dovrebbero di norma avere una durata compresa tra 12 e 24 mesi.

Beneficiari

I candidati, per poter essere ammissibili, devono rispettare i seguenti requisiti:

  • essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)
  • essere organizzazioni internazionali o avere sede in uno dei Paesi ammissibili:
    • Stati membri dell'UE (compresi i Paesi e territori d'oltremare (PTOM))
    • paesi associati al Programma CERV o paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l'accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei paesi partecipanti)
  • i candidati capofila devono essere senza scopo di lucro. Le organizzazioni a scopo di lucro non possono presentare domande come candidati principali, ma solo in partenariato con enti pubblici, organizzazioni private senza scopo di lucro o organizzazioni internazionali

Budget

La dotazione finanziaria complessiva della call è pari a 24.800.000 Euro, di cui:

  • 11.000.000 Euro per la Priorità 1
  • 4.800.000 Euro per la Priorità 2
  • 5.000.000 Euro per la Priorità 3
  • 4.000.000 Euro per la Priorità 4

Contributo massimo:

  • Tra 1.000.000 Euro e 2.500.000 Euro per la Priorità 1
  • Tra 100.000 Euro e 1.000.000 Euro per la Priorità 2, 3 e 4

Intensità dell’aiuto: 90%

Come possiamo aiutarti?

1

CERCHIAMO

TI affianchiamo nella ricerca di strumenti finanziari adeguati ai tuoi programmi di sviluppo e investimento.

2

CURIAMO

Curiamo progettazione e presentazione delle domande di finanziamento, per assicurarci il migliore accesso possibile, alle linee di finanza agevolata.

3

COMPLETIAMO

Ci occupiamo di tutte le fasi di gestione, rendicontazione e monitoraggio finale dei contributi ottenuti, garantendo un servizio completo e personalizzato.

Contatta un Consulente

Contata uno dei nostri professionisti e scopri come possiamo assistere la tua Azienda.
Contattaci
apartmentlicenserocketcrossmenucross-circle