30 Novembre 2023

CERV - Contributi per implementare progetti di Reti fra Città 2024

Contributo

.

Data Scadenza

.

CERV - Contributi per implementare progetti di Reti fra Città 2024

Il Programma CERV (Cittadinanza, Eguaglianza, Diritti e Valori) intende fornire finanziamenti per azioni volte a sostenere l’uguaglianza, l'impegno dei cittadini, l'attuazione dei diritti e dei valori dell'UE.

In tale contesto si inserisce il bando “Reti fra città” che, con il fine di ampliare la prospettiva dei cittadini dell’UE, intende finanziare progetti che incentivino il senso di appartenenza e identità europee attraverso attività che implementino le reti fra le città.

In particolare, il bando risponde ai seguenti obiettivi:

  • Promuovere gli scambi tra cittadini di Paesi diversi, per rafforzare la comprensione e la tolleranza reciproca e dare loro l'opportunità di ampliare le proprie prospettive e sviluppare un senso di appartenenza e identità europea;
  • Permettere alle città di coinvolgere i cittadini e le comunità in discussioni e azioni sul clima e l'ambiente, comprese le questioni energetiche, e sulla solidarietà e la migrazione. Dare ai cittadini l'opportunità di scoprire la diversità culturale dell'Unione europea e renderli consapevoli che i valori e il patrimonio culturale europei costituiscono la base di un futuro comune;
  • Incoraggiare la cooperazione tra i comuni e lo scambio di buone pratiche;
  • Sostenere la buona governance locale e rafforzare il ruolo delle autorità locali e regionali nel processo di integrazione europea.

Interventi ammissibili

I progetti delle Reti di città dovrebbero riflettere su una narrazione olistica dell'Europa, orientata ai cittadini, che promuova l'uguaglianza, che sia lungimirante e costruttiva e che sia più coinvolgente per le giovani generazioni in particolare.

Le Reti di Città dovrebbero offrire alle città e ai comuni la possibilità di approfondire e intensificare la cooperazione e il dibattito in una prospettiva a lungo termine, di sviluppare reti sostenibili e di delineare la loro visione a lungo termine per il futuro dell'integrazione europea.

Mantenendo un approccio dal basso verso l'alto, un'attenzione specifica potrebbe essere rivolta a:

  • promuovere la consapevolezza e la conoscenza del ruolo delle minoranze, come le persone con un background etnico o razziale minoritario (ad esempio i Rom e i migranti), nella società europea e il loro contributo allo sviluppo culturale dell'Europa;
  • individuare i modi per rafforzare ulteriormente la dimensione europea e la legittimità democratica del processo decisionale dell'UE e promuovere una governance democratica libera, aperta e sana in un'epoca di bassa affluenza alle elezioni, populismo, disinformazione e sfide per la società civile, sostenendo il coinvolgimento attivo dei cittadini nella vita politica europea e l'esercizio dei loro diritti elettorali;
  • riunire i cittadini per discutere le azioni sul clima e l'ambiente, comprese le questioni legate all'energia, la solidarietà e la condivisione delle migliori pratiche, contribuendo così ad aumentare l'impegno dei cittadini nella società e, in ultima analisi, la loro partecipazione attiva alla vita democratica dell'Unione.

Oltre a questo focus specifico, i progetti delle Reti di città possono riflettere più in generale, ma non esclusivamente, sull'impatto che la pandemia COVID-19 può aver avuto sulla vita delle loro comunità locali e possono ispirarsi o essere collegati all'iniziativa Nuovo Bauhaus Europeo.

Le attività ammissibili potranno inoltre includere: workshop, seminari, conferenze, attività di formazione, riunioni di esperti, webinar, attività di sensibilizzazione, raccolta di dati e consultazione, sviluppo, scambi e diffusione di buone pratiche tra autorità pubbliche autorità pubbliche e organizzazioni della società civile, sviluppo di strumenti di comunicazione e l'uso dei social media.

Le attività devono svolgersi in almeno due diversi paesi ammissibili al Programma.

I progetti devono avere una durata compresa tra i 12 mesi e i 24 mesi.

Beneficiari

Possono partecipare al bando enti pubblici e privati che:

I candidati principali e i co-candidati devono essere città/municipalità senza scopo di lucro e/o altri livelli di autorità locali o i loro comitati di gemellaggio o altre organizzazioni senza scopo di lucro che rappresentano le autorità locali.

La domanda deve essere presentata in partenariato il quale deve coinvolgere almeno quattro richiedenti, il richiedente principale o coordinatore e almeno tre co-richiedenti (che non siano entità affiliate o partner associati) appartenenti ad almeno quattro diversi Paesi ammissibili, di cui almeno due siano Stati membri dell'UE.

Possono partecipare al bando anche le Organizzazioni Internazionali e le regole sui Paesi ammissibili non si applicano ad esse.

Budget

Dotazione finanziaria complessiva: 6.000.000 Euro

Non ci sono limiti stabiliti dal bando per il finanziamento di ogni progetto.

Ai progetti vincitori sarà corrisposto un contributo forfettario, calcolabile sulla base di determinate categorie di spesa indicate nel seguente documento. Il calcolo della somma forfettaria si basa su due parametri:

  • numero di partecipanti diretti
  • numero di Paesi eleggibili per evento (in situ o online).

Come possiamo aiutarti?

1

CERCHIAMO

TI affianchiamo nella ricerca di strumenti finanziari adeguati ai tuoi programmi di sviluppo e investimento.

2

CURIAMO

Curiamo progettazione e presentazione delle domande di finanziamento, per assicurarci il migliore accesso possibile, alle linee di finanza agevolata.

3

COMPLETIAMO

Ci occupiamo di tutte le fasi di gestione, rendicontazione e monitoraggio finale dei contributi ottenuti, garantendo un servizio completo e personalizzato.

Contatta un Consulente

Contata uno dei nostri professionisti e scopri come possiamo assistere la tua Azienda.
Contattaci
apartmentlicenserocketcrossmenucross-circle