18 Aprile 2024

CERV – Bando Memoria europea 2024

Contributo

.

Data Scadenza

.

CERV - Bando Memoria europea 2024

Il Programma CERV, che riunisce i precedenti programmi Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza e Europa per i cittadini, concede contributi per progetti volti ad accrescere l'impegno dei cittadini, a promuovere l'uguaglianza per tutti e l'attuazione dei diritti e dei valori dell'UE.

Il bando ha l’obiettivo di sostenere progetti volti a commemorare eventi fondamentali della storia europea moderna, comprese le cause e le conseguenze dei regimi autoritari e totalitari, e a sensibilizzare i cittadini europei sulla loro storia, cultura, patrimonio culturale e valori comuni, migliorando così la loro comprensione dell'Unione, delle sue origini, dei suoi scopi, della sua diversità e dei suoi risultati, nonché dell'importanza della comprensione reciproca e della tolleranza.

L'invito riguarda i seguenti topic che rappresentano 4 priorità dell'invito:

  • CERV-2024-CITIZENS-REM-TRANSITION (Topic 1): Transizione democratica, (ri)costruzione e rafforzamento della società basata Stato di diritto, democrazia e diritti fondamentali.
  • CERV-2024-CITIZENS-REM-HOLOCAUST (Topic 2): Rafforzare la memoria dell'Olocausto, del genocidio, dei crimini di guerra e dei crimini contro l'umanità per rafforzare la democrazia nell'UE
  • CERV-2024-CITIZENS-REM-HISTMIGRATION (Topic 3): Migrazione, de-colonizzazione e società europee multiculturali
  • CERV-2024-CITIZENS-REM-EUINTEGRATION (Topic 4): L'integrazione europea e le sue conquiste fondamentali

Interventi ammissibili

Ciascuna domanda deve riguardare solo uno di questi topic che rappresentano una priorità specifica:

Topic 1 - Transizione democratica, (ri)costruzione e rafforzamento della società basata Stato di diritto, democrazia e diritti fondamentali

I progetti nell'ambito di questa priorità dovrebbero concentrarsi sulla transizione da un regime autoritario e totalitario alla democrazia in diversi Paesi europei, sulle loro somiglianze e differenze e sugli insegnamenti da trarre per il futuro su come difendere e sostenere i valori dell'UE come la democrazia, lo Stato di diritto e i diritti fondamentali. Allo stesso tempo, i progetti possono anche esplorare i mezzi di giustizia storica, sia attraverso processi, restituzioni o amnistia.

Topic 2 - Rafforzare la memoria dell'Olocausto, del genocidio, dei crimini di guerra e dei crimini contro l'umanità per rafforzare la democrazia nell'UE

I progetti nell'ambito di questa priorità sono incoraggiati a trovare nuovi modi per ricordare ed educare su questi crimini per proteggere la società contro le minacce di odio, antisemitismo, razzismo, xenofobia, antiziganismo e LGBTIQ-fobia. I progetti sono incoraggiati a cercare nuovi metodi di insegnamento e forme moderne di educazione agli eventi storici, compreso l'Olocausto, garantendo l'inclusione e creando un ambiente di apprendimento favorevole per i partecipanti di ogni genere. I progetti possono concentrarsi su:

  • contrastare la distorsione, la banalizzazione e la negazione dell'Olocausto e digitalizzare il materiale storico e le testimonianze dei testimoni a fini educativi e formativi
  • raggiungere i nuovi arrivati e i migranti e insegnare la storia dell'Olocausto, del genocidio, dei crimini di guerra e dei crimini contro l'umanità
  • promuovere la consapevolezza e la memoria dell'Olocausto dei Rom e i processi di riconciliazione nella società, per contribuire a ridurre i pregiudizi e l'antiziganismo

Topic 3 - Migrazione, de-colonizzazione e società europee multiculturali

I progetti che rientrano in questa priorità devono esplorare l'eredità del colonialismo, all'interno e all'esterno dell'Europa, e il suo impatto sulle società europee multiculturali contemporanee. I progetti che rientrano in questa priorità possono anche trattare le esperienze comuni europee di migrazione che possono essere collegate a una moltitudine di eventi come guerre, momenti di transizione, colonizzazione e de-colonizzazione, impatti economici, persecuzioni o altro. I progetti possono anche aumentare la consapevolezza della storia e della cultura rom come modo per contribuire al rafforzamento delle società multiculturali europee.

Topic 4 - L'integrazione europea e le sue conquiste fondamentali

I progetti che rientrano in questa priorità devono esplorare e promuovere presso tutte le generazioni i momenti e i punti di riferimento dell'integrazione europea, la sua storia e il modo in cui questi cambiamenti hanno influenzato la vita quotidiana degli europei. I progetti possono concentrarsi su diritti specifici concessi nell'Unione europea, come la libertà di circolazione, su risultati specifici come la moneta comune, o su momenti determinanti come l'adesione dei Paesi.

I progetti dovranno:

  • Collegare diversi tipi di organizzazioni per creare sinergie (enti no-profit, amministrazioni, università e siti commemorativi e di apprendimento con istituzioni educative);
  • Sviluppare diversi tipi di attività (attività di formazione, pubblicazioni, strumenti online, ricerca, educazione non formale, dibattiti pubblici, mostre, sensibilizzazione, raccolta e digitalizzazione di testimonianze, azioni innovative e creative, ecc.);
  • Istituire e condurre corsi di formazione per difensori dei diritti, funzionari pubblici, membri del sistema giudiziario, funzionari delle forze dell'ordine e responsabili politici;
  • Fornire opportunità di scambio intergenerazionale tra testimoni e generazioni future;
  • Coinvolgere persone appartenenti a diversi gruppi target e di genere, tra i quali persone che si trovano ad affrontare forme di discriminazione e intolleranza.

I progetti devono avere una dimensione europea e possono essere nazionali o transnazionali. I progetti transnazionali sono particolarmente incoraggiati.

Durata dei progetti: tra i 12 e i 24 mesi.

Beneficiari

Per essere ammissibili, i richiedenti devono:

  • essere persone giuridiche, ovvero enti pubblici o privati stabiliti in uno dei paesi ammissibili, ovvero:
    • Stati membri dell'UE (compresi paesi e territori d'oltremare (PTOM))
    • Paesi SEE (Spazio Economico Europeo) e Paesi associati al programma CERV o Paesi che siano in trattativa per un accordo di associazione e in cui l'accordo entra in vigore prima della firma della concessione (lista dei paesi partecipanti)
  • per il Coordinatore: essere persone giuridiche senza scopo di lucro (enti pubblici o privati) o un'organizzazione internazionale.
  • per i co-richiedenti: essere persone giuridiche senza scopo di lucro o a scopo di lucro (enti pubblici o privati). Le organizzazioni a scopo di lucro possono candidarsi solo in partenariato con enti pubblici, organizzazioni private senza scopo di lucro o organizzazioni internazionali.

Le proposte devono essere presentate da un partenariato composto da almeno 2 richiedenti (un Coordinatore e un co-richiedente).

Budget

La dotazione finanziaria complessiva è pari a 14.000.000 Euro, di cui:

  • Topic 1: 1.510.000 Euro
  • Topic 2: 8.880.000 Euro
  • Topic 3: 2.060.000 Euro
  • Topic 4: 1.550.000 Euro

Contributo minimo: 50.000 Euro

Il finanziamento consiste in un contributo forfettario. Il calcolo della somma forfettaria si basa su due parametri: numero di partecipanti diretti e numero di Paesi eleggibili per evento (in loco o online).

Come possiamo aiutarti?

1

CERCHIAMO

TI affianchiamo nella ricerca di strumenti finanziari adeguati ai tuoi programmi di sviluppo e investimento.

2

CURIAMO

Curiamo progettazione e presentazione delle domande di finanziamento, per assicurarci il migliore accesso possibile, alle linee di finanza agevolata.

3

COMPLETIAMO

Ci occupiamo di tutte le fasi di gestione, rendicontazione e monitoraggio finale dei contributi ottenuti, garantendo un servizio completo e personalizzato.

Contatta un Consulente

Contata uno dei nostri professionisti e scopri come possiamo assistere la tua Azienda.
Contattaci
apartmentlicenserocketcrossmenucross-circle